La Truffa dei Logan: comicità e adrenalina in un mix perfetto – Recensione

Recensione de La Truffa dei Logan, il nuovo film di Steven Soderbergh, in uscita il 31 Maggio nella sale italiane.
Nel cast: Channing Tatum, Adam Driver, Daniel Craig e Katie Holmes.
Noi l’abbiamo visto in anteprima e ve ne parliamo qui.

L’heist movie è un genere che, pur intrattenendomi alla follia ogni volta che lo guardo, non ho mai approfondito.
Vedi per pigrizia, vedi per voglia di guardarmi l’ennesimo spaghetti western, vedi per guardarmi un mattone di un regista polacco minimalista morto suicida.
Ma La Truffa dei Logan del buon Steven Soderbergh – tornato alla regia dopo Effetti Collaterali e la serie tv The Knick – mi fa ben sperare in una mia possibile fissa con i film di rapina.
La pellicola è spassosissima, il cast corale tra cui spiccano Channing Tatum, Daniel Craig, Katie Holmes e un sempre più bravo Adam Driver, riesce a tenere la recitazione su un livello altissimo. La regia senza troppi fronzoli fa il suo dovere, la fotografia è ottima.

la truffa dei logan recensione

Quando Jimmy Logan, ex promessa del Football, perde il lavoro a causa di un infortunio tenuto nascosto al suo capo, l’unica cosa da fare per poter continuare a mantenere sua figlia e ad assicurarsi una vita dignitosa, è commettere una rapina.
Decide dunque di arruolare suo fratello Clyde, mutilato di guerra, sua sorella Mellie, una ragazza libertina, Joe Bang, criminale esperto di caveau, e i fratelli di quest’ultimo, per commettere il colpo del secolo: rubare l’incasso della Coca Cola 600, una delle gare automobilistiche più famose del paese, che si corre al Charlotte Motor Speedway.

Parliamo della trama del film.
Il ritmo della narrazione è la chiave di volta dell’intero film: dove la sceneggiatura non brilla è la successione delle inquadrature a farla da padrona.
Soderbergh mette in scena dei personaggi con un background abbozzato – in alcuni casi quasi nullo – con cui lo spettatore non può che empatizzare fin da subito. Tatum e Driver sono adorabili, il personaggio interpretato da Craig, insieme ai suoi fratelli, è un comic relief irresistibile e il resto del microcosmo creato dal regista statunitense fa sentire chi guarda il film come se fosse a casa.
La forza dell’ambientazione nella pellicola è fondamentale: un’America sgangherata dove Ocean’s 11 è un film di culto e tutti sono in fervente attesa per l’uscita del nuovo libro di George R.R. Martin.

la truffa dei logan recensione
Un film brillante, fresco e divertente. Andate a vederlo e non ne rimarrete delusi.
Devo mettervi in guarda, però.
Se vi aspettate un film pazzesco, con un sacco di colpi di scena, tensione a mille e sparatorie ogni due minuti, questo non è il film che fa per voi. La Truffa dei Logan è una favola comica che racconta di un giovane padre costretto a compiere una rapina per una serie di eventi che lo coinvolgono come un uragano scatenato, non lo fa né per diletto né per altro. A tenere banco durante tutto il film è sempre la simpatia e la naturalezza di personaggi caricaturali che fanno da specchio all’odierna società americana e, date retta a me, finirete per innamorarvi di ognuno di loro.
Alla prossima.

Follow us:

Sguido

Annunci